giovedì 23 luglio 2015

Weppini-reunion pre partenza!

Condivido pienamente le parole di Silvia e Tommaso riguardo quest'incontro tra noi Weppini, di conseguenza visto che io sono molto più imbranata a scrivere di loro vi consiglio di leggere anche i loro post, meritano davvero. 

E' indescrivibile a parole il bene che gli voglio. E' un affetto tanto forte quanto insolito e strano. 

Sette mesi fa non credevo fosse possibile arrivare a voler bene a dei perfetti sconosciuti, con i quali si parlava solamente chattando su WhatsApp. 
Però le conversazioni da superficiali e riferite solamente all'exchange year che erano inizialmente, sono diventate sempre più personali, e tra chi chiedeva un consiglio per l'ex e chi aveva semplicemente bisogno di qualcuno con cui sfogarsi, il gruppo si è unito. 

Quindi scrivo questo post per dirvi che se sarete così folli da cimentarvi in un'avventura come la nostra, fare un salto nel vuoto e diventare un'exchange student, non sarete soli

Non lo sarete mai. 
E basterà guardarvi il polso dove avete legato quel pezzetto di filo colorato dall'orientation, oppure il braccialetto azzurro con la scritta "Born to travel", per ricordarvelo. 

Personalmente sono stata davvero fortunata con i miei compagni di avventura. Perché quando ieri sono tornata da Bologna con il treno, sulle note di Weightless degli All Time Low,  con il suono di tanti accenti diversi in testa, mi sono messa a piangere per delle persone che fino a sette mesi fa non avevo idea di chi fossero. 
E che sono venute da tutta Italia, per incontrarsi. 

Perché è triste e strano salutarsi dicendo "Ci rivediamo tra dieci mesi!" e a un "buon viaggio" augurare "anche a te". 

Io auguro il meglio a tutti loro. So cosa vuol dire partire, e avere paura di farlo, e proprio per questo spero che possano avere tutto quello di cui hanno bisogno durante i loro exchange year. 
Tengo a ognuno di loro, e questo post è per ringraziarli.

Con loro riesco a essere me stessa veramente, e senza problemi. E non capita con tutti i gruppi.

Sarà che forse abbiamo caratteri e affinità simili, oppure che siamo davvero tutti matti allo stesso modo per fare quello che stiamo per fare. Non lo so, e sinceramente non mi importa. Con loro sto bene e questo mi basta.











Quindi, grazie Anto per esserti fatta nove ore di autobus per vederci, grazie Sara per averci raccontato la tua esperienza e avermi fatto ridere così tanto ieri, grazie Silvia perché hai filmato tutto con la tua GoPro, grazie Renato perché anche se sette mesi fa ti credevo acido ed ero sicura di arrivare ad odiarti, è successo l'esatto contrario. Grazie a tutti gli altri che c'erano ieri, a Tom con la sua r moscia, a Elli che non ha bisogno di ringraziamenti, a Simo, a Anna, a Chiara, ad Ali. E anche a tutti quelli del gruppo che non sono riusciti a venire.

Vi voglio bene ragazzi, spero che resti tutto così anche tra dieci mesi. 


Marti





P.S. La vlogger del gruppo Silvi ha postato un bellissimo video sulla giornata di ieri, guardatelo!


Nessun commento:

Posta un commento